L’ARTROSCOPIA E RESEZIONE ESTREMO DISTALE DELLA CLAVICOLA

(RIABILITAZIONE => STAMINALI)

I vantaggi della tecnica artroscopica nell’effettuare questo tipo di intervento sono notevoli ed includono :

· Non incisione del deltoide

· Possibilità di ispezionare l’articolazione gleno omerale e lo spazio sotto acromiale prima dell’intervento

· Valutazione e bilancio preciso di una eventuale lesione della cuffia dei rotatori

· Possibilità di evidenziare e trattare eventuali altre patologie associate

· Controllo del tendine del bicipite brachiale

· Piccole cicatrici e meno dolore post operatorio

· Riabilitazione decisamente più rapida e meno faticosa per il paziente
IN CLINICA

Al termine dell’intervento il chirurgo Le ha applicato una medicazione che non deve essere rimossa sino al successivo controllo. Il tutore applicato non dovrà essere rimosso salvo indicazione contraria: si consiglia di muovere la mano ed il polso ogni 15 minuti per riattivare la circolazione, impungnando una pallina morbida o un gomitolo di lana.

A CASA

-Applicare una borsa del ghiaccio per 2 ore al giorno, suddivisi in 4 cicli da 30 minuti l’uno per i 7 giorni successivi all’intervento, ponendo sotto un asciugamano per mantenere asciutta la ferita.
- IMPORTANTE: non effettuare movimenti bruschi o improvvisi
- Non rimuovere o bagnare la medicazione applicata
- Seguire una dieta a base di liquidi e cibi facilimente digeribili per le prime 48 ore
- Evitare fumo ed alcolici, non guidare autoveicoli ed utilizzare macchinari pericolosi.

DOPO CIRCA 5 GIORNI

- Sottoporsi al 1° controllo post operatorio (per prenotazione 02/7610310)

QUANDO CONSULTARE IL CHIRURGO

- Improvviso gonfiore,forte dolore e senso di tensione o pulsazione
- Se compare febbre oltre 38°
- Se la mano cambia colore, si gonfia o provoca dolore
- In caso di sanguinamento delle ferite con imbibitura della medicazione (una piccola quantità di sangue sulle garze è normale)

PROGRAMMA RIABILITATIVO:

E’ importante frequentare un Centro di Fisiokinesiterapia (FKT) per un completo recupero, seguendo passo a passo, il protocollo studiato per la patologia. I nostri uffici sono in grado di fornirLe un elenco completo di Centri specializzati.

1 FASE : 1/3 settimane

· Arto mantenuto in tutore per i primi 7 gg.

· Esercizi pendolari dopo 7 gg.

· Mobilizzazione passiva della spalla

· Crioterapia ed idroterapia (dove la spinta idrostatica si sostituisce al tutore e facilita la ripresa della motilità attiva)

· Evitare abduzione e flessione oltre 90°

2 FASE : 4/8 settimane

· Ricentraggio passivo manuale della testa omerale

· Esercizi propriocettivi in scarico ed in catena chiusa

· Continua ricerca ROM completo (abduzione 140°/ Flessione 120°)

· Rinforzo muscolare contro resistenza manuale e con elastici su tutti i piani fuorchè in elevazione

· Continua idroterapia e crioterapia più Stretching

3 FASE : 8/12 settimane

· Recupero mobilita’ completa

· Esercizi attivi per il mantenimento dell’escursione articolare

· Rinforzo globale della muscolatura della spalla su tutti i piani.

· Esercizi propriocettivi complessi per riacquistare la corretta stabilità ed
equilibrio dell’apparato neuro-muscolare della spalla

· Recupero gesti funzionali completi propri dell’articolazione

· Recupero gesti specifici sportivi e professionali

Il ritorno all’attività sportiva viene concesso quando l’arto operato supera il 70% della forza del controlaterale (se il coinvolto non è il dominante, altrimenti 85%).


Copyright 1999 - ® Orthopaedic Arthroscopic Surgery International - Via G.A. Amadeo, 24 - Milano -


Commenti all' articolo:
Iscriviti al forum per inserire commenti su questo articolo















Accedi:

Non sei ancora registrato?








  CENTRO MEDICO O.A.S.I.
Via Amadeo 24
20133 Milano


  http://www.oasiortopedia.it






  Centro di riabilitazione isokinetic



  http://www.isokinetic.com/






  CENTRO AZIMUT



  http://www.riabilitazione.org





Copyright 1999 - OASI Bioresearch Foundation - Via G.A. Amadeo, 24 - Milano - PI